News

Muffa grigia (Botrytis cinerea): il fungo che distrugge le piante. Come combatterla?

//
Commento0

La malattia della botrite, chiamata anche muffa grigia (Botrytis cinerea), consiste sostanzialmente in un fungo parassita aerobico che colpisce varie specie di piante. Le infezioni alla pianta si originano per opera dei conidi che si diffondono sugli organi vegetali recettori.

I primi sintomi consistono nella comparsa di una muffa simile a polvere di colore grigiastro ed in breve i tessuti colpiti marciscono.

Tra le piante più soggette alla malattia vi è la vite, in cui possono essere attaccate le foglie, i tralci, ma più spesso i grappoli. Sugli acini si notano macchie sempre più estese che causano un marciume molle, poi un feltro di muffa grigia che si diffonde rapidamente.

La malattia si manifesta frequentemente in diversi comprensori in cui si coltivano vitigni particolarmente suscettibili a contrarre l’infezione. Essa è causa di considerevoli danni di tipo diretto per perdita di prodotto e di tipo indiretto per scadimento del valore commerciale della produzione destinata ad essere trasformata in vino.

La muffa grigia è un parassita che costituisce un potenziale pericolo per numerosissime colture, sia arboree sia erbacee. Le alterazioni più vistose si osservano sui frutti che, venendo interamente invasi dal fungo, marciscono completamente.

Vengono colpite numerose specie: fra le più comuni troviamo vite, melo, pero, pesco, fragola, bulbose, varie orticole e floreali. Un clima fresco e umido, quindi, accompagnato da abbondanti annaffiature rappresentano le condizioni ideali per lo sviluppo del fungo.

Per combattere e prevenire la muffa grigia, Nova ha ideato due prodotti rivoluzionari: Esse K e Phyto Cu, per aumentare la produttività delle piante, rafforzarne le difese naturale ed aumentare la robustezza di foglie e steli.

L’utilizzo in pre-raccolta è finalizzato anche al controllo dei marciumi secondari a carico dei grappoli determinati da funghi potenziali produttori di metaboliti secondari.

Rispondi